MusicanTo a suon di arte

Il 28 maggio presso l’auditorium della sede succursale si è concluso il modulo "MusicanTo: A suon di arte”. Il maestro prof. Gallo ha guidato nel ruolo di esperto il relativo modulo PON in un percorso che ha unito musica ed emozioni.

Il Prof. Gallo ci ha tenuto innanzitutto a ringraziare i ragazzi per aver partecipato a quello che lui ha definito “un bellissimo viaggio”.

Il primo obiettivo è stato quello di far conoscere agli alunni la composizione musicale e abolire il concetto prescrittivo della musica. Ciò, inizialmente non è stato semplice poiché gli alunni partecipanti erano un gruppo eterogeneo, non tutti conoscevano la musica o avevano suonato uno strumento.

Protagonista di questo percorso, il mondo interiore. E’ stato preso in analisi Kandiskij, l’artista che esaminò gli effetti psicologici del colore con analogie tra musica e arte. Fu la musica che infatti accompagnò il compositore durante tutta la sua vita facendogli concepire, insieme al colore, la pittura astratta.

Perché la musica? Perché la musica, come l’arte astratta, è in grado di trasmettere emozioni e sensazioni, senza ricorrere alla rappresentazione della realtà. Secondo Kandiskij non c’è bisogno di rappresentare oggetti riconoscibili per trasmettere qualcosa: l’arte non ha bisogno di una rappresentazione logica.

Con l’utilizzo di una forma base, triangolo, cerchio, quadrato, si abbinano i colori e la loro valenza psicologica: il giallo è un colore stridente, il rosso caldo, il blu riflessivo, il bianco è una sorta di pausa, il nero mancanza di luce e quindi, nessun suono.

Sullo studio di Kandiskij gli alunni hanno verbalizzato le loro emozioni, ad ogni emozione sono stati associati una musica e disegni che meglio la esprimessero e poi sono stati associati gli strumenti con il timbro musicale più adeguato ad esprimerla. E così si è formata un’orchestra delle emozioni. E’ stato creato uno spartito musicale, quattro pannelli messi in musica, che i ragazzi hanno suonato seguendo il professore che indicava loro sullo spartito, strumento, ritmo e durata.

I ragazzi hanno lavorato con grande impegno, serietà e coinvolgimento, hanno ascoltato il loro mondo interiore che ha preso forma e ne hanno creato un bel lavoro.

La musica, come diceva il grande compositore Wagner, è l’unica forma espressiva umana che si collega in modo così diretto con l’anima.

A suon di arte